Contattaci su info@marioferrifalco.it
 
 

Che fine ha fatto Miloš Krasić?

milos-krasic-juventus

Arrivato alla Juventus con le mille promesse di diventare uno dei nuovi simboli della Juventus della rinascita.
15 milioni sborsati al CSKA per uno dei talenti più promettenti del calcio serbo. Col capello di Enzo Paolo Turchi era pronto a diventare il "nuovo Nedved" dell'allora Juventus, targata Del Neri.
48 presenze in bianconero e una decina di gol. Il momento più alto della sua carriera. Finito ai margini della squadra sotto la guida di Antonio Conte che gli fece vedere il campo solo 7 volte nel suo ultimo periodo in Italia, passò in Turchia al Fenerbache, dove è definitivamente finito nel dimenticatoio. Se vi state chiedendo che fine abbia fatto Krasic, ebbene sì, ce lo stiamo chiedendo a che noi.

All'età di 34 anni è finito nel campionato polacco, al Lechia Gdańsk. 

Lo ricordiamo con affetto per il siparietto con Antonio Conte, dove non ci capì veramente nulla quando gli diede indicazioni a bordo campo. Forse la realtà è che nessuno ci ha mai capito nulla proprio di lui, o almeno, gli auguriamo che sia così.

MONDIALI VOLLEY FEMMINILE: Italia in finale, Cina KO.

Mondiali di Volley, ITALIA-SERBIA: in finale sarà rivincita per le azzurre



L'Italvolley femminile continua il suo grande sogno: ha vinto la semifinale contro la Cina (campione olimpico in carica) dopo un match entusiasmante chiuso al quinto set (3-2 e 17-15 l'ultima frazione dopo che nel quarto l'Italia aveva avuto dei match point perdendo però poi 31-29) che permette alle azzurre di volare in finale dei Mondiali.


 

E l'ultimo ostacolo nella corsa alla medaglia d'oro è davvero importante: avversaria dell'Italia sarà la Serbia che ha sconfitto 3-1 l'Olanda ed è stata l'unica nazionale a infliggere una sconfitta alle nostre campionesse (nella Final Six). La finale del Mondiale di Volley femminile Italia-Serbia si giocherà sabato alle 12.40. Sarà la seconda finale Mondiale per l'Italia, dopo quella vinta nel 2002.

 

italia-mondiali-volley-sestetto-nxlzqndwz2oz3raot83a9d7vn6wpmhvapwr855itq8

 

- Marco D'Ausilio

Liverpool: Ringrazia Il Cardarelli di Napoli

Al Cardarelli hanno salvato la vita a KEITA

121128036-6780e132-3415-42d5-93af-a948f96e536d

Il Liverpool ringrazia Napoli,il giocatore Reds si era sentito male durante la gara della Champions. Ringraziano in particolare infermieri e medici partenopei.

 Infatti gli inglesi hanno mandato un messaggio a Vincenzo De Luca (PRESIDENTE DELLA REG. CAMPANIA) dove ha raccontato a Lira Tv, il pronto intervento dei sanitari napoletani sul giocatore del Liverpool,arrivato al pronto soccorso per un problema respiratorio.

 

-Luca D'Ausilio

CLAMOROSO: MARCO VAN BASTEN LASCIA LA FIFA!

Marco Van Basten, ex leggenda del Milan con cui vinse tutto quello che c'era da vincere, ricopre attualmente il ruolo di ''Chief Officer For Techical Development'' cioè ''Direttore dell'Area Sviluppo Tecnico'' della FIFA, ha deciso che a fine mese lascerà l'incarico che svolgeva dal 2016: ''Sono stati due anni belli e interessanti, ma ora ho scelto di mettere la parola fine a questa mia esperienza. Innanzitutto voglio avere la possibilità di passare più tempo ad Amsterdam con la mia famiglia, questo è il fattore principale che mi ha portato a prendere questa decisione. Dall’alto di una posizione che mi ha dato la possibilità di esercitare un’influenza sul calcio ho imparato molto. E l’introduzione del VAR ai Mondiali di Russia 2018, per me, rimarrà una grande pietra miliare", così il ''Cigno di Utrecht'' comunica di voler lasciare l'incarico perché vorrebbe passare più tempo con la propria famiglia. La FIFA ha risposto dicendo che la porta per l'ex fuoriclasse olandese sarà sempre aperta se vorrà di nuovo collaborare con loro. In passato però fece delle proposte che avevano fatto abbastanza discutere come la sostituzione dei rigori con gli Shoot Out, le espulsioni a tempo e l'abolizione del fuorigioco. Van Basten Prima di ricoprire questo ruolo nella FIFA dal 2003 al 2016 allenò solo in Olanda, l'Ajax e la Jong Ajax, l'Heerenveen, l'AZ Alkmaar e la nazionale olandese. Potrebbe avere ancora voglia di allenare?

Napoli, fatti benedire! Mertens fermato da ...

856186768-maxw-654

Se sei un tifoso del Napoli sai perfettamente che non puoi sperare in un'annata senza la rottura del crociato di qualche calciatore o senza qualche incidente di percorso che ti fa stropicciare gli occhi e dire "ma siamo seri?"; gli ultimi due giorni ne sono la palese dimostrazione.

Sabato 8 Settembre: Chriches, rottura del crociato; 6-8 mesi fuori
Domenica 9 Settembre: Mertens, punizione fatale: sublussazione della spalla - si attendono riscontri medici

Infortunarsi calciando una punizione è davvero improbabile, ma al belga "Ciro" Mertens è capitato proprio questo ieri, nell'amichevole vinta 4-0 dalla sua Nazionale contro la Scozia; l'attaccante del Napoli si incarica di battere il calcio piazzato e, dopo l'esecuzione, sente un dolore sospetto alla spalla; si teme il peggio, ma per fortuna il riscontro medico è positivo e nella giornata odierna è arrivata la notizia che tutti volevano ricevere: Dries Mertens sta bene.
L'apparente infortunio del belga è stato causato da una sublussazione della spalla, una dislocazione parziale che porta la suddetta ad uscire per metà, senza però causare danni all'infortunato.

Dopo l'ennesimo episodio però vien da chiedersi: "Ma il tifoso del Napoli deve patire anche fuori dal campo?"

Altri articoli...

Contattaci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
{simplepopup name=poip cookie=5}
{/simplepopup}